Arrivo in perfetto orario, ci mettiamo alla ricerca del ristorante (Marko e Katarina sono arrivati nella mattinata). Confido nel TOM-TOM (illuso !!!!) nuovo e pronto per essere spianato all’estero. Traffico bestiale rimaniamo incolonnati in una specie di tangenziale/autostrada a pochi km dall’appuntamento, come se non bastasse nel bel mezzo di una rotonda (immensa) il TOM-TOM mi pianta in asso.
Divertente, invece di mostrarmi dove svoltare, mi fa scegliere accendendo le frecce in tutte le direzioni !!!!!! una specie di rosa dei venti. Ok, sono a pochi km dal ristorante, ma dov’è? Il TOM-TOM riprende parzialmente a funzionare (sempre muto…ma almeno da una direzione …..sarà quella giusta….non mi fido !!!!).
Come se non bastasse ci si mette anche i nomi delle strade……, noi dobbiamo andare in Rue de… .. io incrocio Boulevard de …..ok prendo il boulevard …SBAGLIATO !!! si chiamano uguali, ma uno è rue e l’altro boulevard e sono, seppur vicini, tutta un’altra cosa!!!!.
Vabbè, per finirla troviamo il ristorante (per fortuna in Francia chiudono la cucina tardi !!!!) e Marko e Katarina ormai addormentati. Mi consola la cena (niente andouilette, anche se era in menù, per quella aspetto Fabio) il ristorante è “tipico” e la zona è piena di locali e di ”casino”.
Finita la cena dobbiamo trovare il premiere classe (prenotato a Villebonne s/yvette, 20 km da Parigi, tutta autostrada) vicino alla sede del congresso, fa strada Marko ….confido nel suo navigatore.
 
Siamo curiosi di vedere come sarà l’organizzazione di questo congresso. Non ho grandi ricordi di quello di tanti anni fa a Parigi (altro posto). Quest’anno non so neanche chi ci sarà (Fabio e Antonella hanno dato forfait, ci dovrebbe essere Enzo e Laura, forse Gianni boh….) vediamo chi arriva…..
Sabato mattina ci presentiamo puntuali. L’albergo è vicinissimo al GRAN DOME (vabbè un palazzo dello sport molto grande…in mezzo al nulla, ci vuole l’auto per raggiungere il centro abitato), sarà perchè è presto, ma c’è pochissima gente. Lo spazio è tanto (parte delle tribune sono mobili), da una parte del “campo” le vasche (molte meno che a Vichy) e dall’altra parte i tavoli per cene e pranzi dei due giorni. Le conferenze sono su un lato delle gradinate (lo schermo è circondato da un’enorme tenda).
Sarà il posto molto grande, ma mi sembra che ci sia veramente poca gente….Sandra conferma la mia impressione.
I relatori quest’anno sono Ad Konings, Heinz Büscher, Patrick de Rham, direi che non c’è bisogno di aggiungere altro.
 
Prima conferenza: I ciclidi dei laghi del cratere Nicaragua, sua maestà Ad Konings
Confermo, c’è veramente poca gente !!!!!! la crisi ha colpito anche l’AFC ?????
Forse la concomitanza con il congresso dell’associazione tedesca ??? (DCG)
Boh….aria grama se non smuovono neanche Ad Konings, Heinz Büscher, Patrick de Rham …..io ne approfitto per salutarlo prima che inizi …e visto che ci sono provo a sentire se per il 2010 è disponibile ad una visita a Faenza più o meno a metà settembre………….non se parla neanche, il 2010 è full e poi in settembre/ottobre va in Africa …sic……..
Notizia ferale…...mi dice che bisogna avvertirlo per tempo, così si può programmare…..bene …..ok per il 2011 ???? Pare di sì !!!!!!! piuttosto che niente è meglio piuttosto !!!!
Gli omaggio la bottiglia di sangiovese (Rosso Nero, Leone Conti anno 2006 o 2005, ….preso al duty free di Bologna …spero che il nostro presidente approvi !!!! ma non c’era altro di romagnolissssimo)
Ho imparato, dopo, che se la sono bevuta lui e Büscher, e non so chi altro, alla cena del sabato sera dell’AFC……vino italiano alla festa dell’AFC ????
Bella la conferenza, anche se i ciclidi di quella zona non incontrano i miei favori. Marko non perde una battuta. Il lago nicaragua e soprattutto gli altri più piccoli nelle vicinanze presentano caratteristiche molto diverse tra loro (anche chimico/fisiche alcuni con una conduttività molto alta …….sopra 8000 micro-siemens.
L’unico ciclide della zona che mi piace e il Neetroplus nematopus ….sarà perché assomiglia a un tropheus ???
Terminata la conferenza ….visita alla bourse. Le vasche mi sembrano meno di Vichy (non mi ricordo Nancy ….circa …più o meno) molte sono ancora vuote……
Scurioso, tanto non posso prendere nulla……poi sono in una fase down….ho anche vuotato la vasca in casa ……..quelle delle piante/africa occidentale non l’ho ancora fatta partire…..
Però una vasca Malawi, tranquilla, pochi problemi …..quasi, quasi mi torna la voglia di Malawi.
Ci sono già i pesci di Hotton (aulonocara maulana, mylochromis plaegiotaenia, c.pleurostigma, mchenga thinos , tropheops sp. chitimba, tropheops microstoma ottter point ,lethrinops sp. mbasi, metriaclima aurora mara, petrotilapia yellow ventral chizumulu, protomelas lupingu, letrinops marginatus matema, tropheops macrophtalmus kirondo ecc..ecc….. ecc….)
In una vasca ci sono anche dei champsochromis caeruleus adulti, molto belli ….ma di dimensioni importanti….
Nel frattempo arriva anche Fabrizio Reo (anche lui in aereo ….ma ritorna in treno ha dei pesci “riservati”)
Ora di pranzo, andiamo con Marko, Katarina e Fabrizio a cercare qualcosa …..tipo Mc Donald……trovato a pochi km !!!!!
Pomeriggio conferenze di Heinz Büscher (praticamente quella vista l’anno scorso a Faenza) ..con qualche piccola variazione ….ha aggiunto un pezzo di filmato con il piccolo synodontis che nella bocca del ctenochromis horei si mangia le uova non ancora sviluppate dei suoi “fratellastri”….
Sembra esserci un po’ più di gente….ma mi aspettavo molto di più…..siamo vicinissimi a Parigi…dove sono andati tutti ???????
A seguire conferenza di Konings sulle aulonocara. Niente da dire sono proprio belle ….mi sa che torno al Malawi ………………….certo è un bel casino distinguere varietà, specie, se è un casino per Konings …figurarsi…solo in 40 km ce ne sono un totale alcune molto simili altre diversissime ….boh….
Mi ricordo un articolo sull’unica rivista italiana di acquariofilia di tanti anni fa: aulonocara nyasse ….tutta blu …..da lì è partita la malattia.
Altro giretto alla bourse ..si sta animando….vado a vedere le vasche riservate ….bei pesci ..anche dei neolamprologus pectoralis,……. belli.
Guardo meglio….addirittura dei petrochromis red, piccoli ma petro red ….guardo meglio ..ma chi li ha portati ??? Marino ….mi sembrava strano !!!!!!!!
Infatti ecco comparire Enzo e Laura (arrivati in auto) ……direi che per quest’anno ci siamo tutti.
Cado in tentazione (Fabio può capire): in una vasca ci sono cinque Otopharynx.selenurus 10 cm in ottima forma con delle bellissime pinne forse 3 maschi e 2 femmine …….il venditore ha anche altri bei pesci …(è un negoziante),. Enzo si offre di portarli…..ci penso.
Marko mi fa notare una “chicca” Etroplus canarensis, 5/6 cm …..pare siano una rarità…boh……..(sono sempre del venditore dei Otopharynx selenurus …..interessante….gli chiedo se il prossimo anno ha intenzione di andare a Vichy……intanto prendo l’indirizzo)
 
Passaggio in albergo e poi cena. Abbiamo prenotato (sempre su internet) in un ristorante non molto lontano (si lo so….si poteva tornare a Parigi….non abbiamo voluto sfidare ancora il tom-tom). Siamo in sei, Fabrizio raggiunge un amico che lo ospita a Parigi. Le premesse non sono entusiasmanti …… il cameriere si scusa ma non c’è un cuoco (un incidente !!!) e quindi il menù è “ridotto”….ma che sfiga !!!!! avevamo prenotato perché facevano magret de canard !!!!!!!!!!!!!  per fortuna quello c’è, ci sono anche le lumache alla bourguignon …non me le faccio scappare, buone.
 
La cena passa tra i tentativi di Enzo di rianimarmi (da un punto di vista acquariofilo ....si intende) ed evitare che ripassi al Malawi …..si offre di accompagnarmi a “vedere” qualche petrochromis macrognathus (una mia passione) in giro per l’europa…………che gentile.
 
Domenica mattina, sveglia presto ….si va a fare colazione a Parigi con Marko e Katarina !!!!!! Marko ha trovato in internet dove andare…..e vai !!!!! croissant come se piovesse !!!!!
Si torna al congresso in tempo per un giretto alla bourse (c’è più gente ..non molta ….ma mi rianimo) e per la conferenza di Patrick de Rham sul Madagascar e le sue biodiversità …….tutta in francese….vabbè. De Rham è un fiume in piena, la salvaguardia/tutela (ormai sembra impresa disperata) dell’ambiente/fauna del Madagascar lo trascina …. ampi segni dalla “regia” per “chiudere”. La sua opinione è che entro 2/3 anni per molte varietà di ciclidi (ma non solo pesci ….) endemici del Madagascar non ci sarà più nulla da fare….estinti.
 
Terminata la conferenza incontro Olivier di Ginevra (ci vediamo a quasi tutte le bourse, ormai da un tot. di anni, conosceva il gruppo di Aosta con il quale siamo andati ai primi congressi/bourse) è il “coordinatore regionale” per la Svizzera. Alla riunione dei “coordinatori” è stato fatto presente che per l’Italia il ruolo è “vacant”….o meglio il buon Mauro Vighetti da Aosta si è trasferito in Sardegna e pare essere “latitante”.
 ……Bisognerebbe conoscere il francese ..almeno un po’, Olivier si offre di fare da “balia” all’inizio…..vabbè, gli prometto che spargerò la voce tra i soci di AIC. Mi viene una mezza idea …il buon Fabrizio……ieri parlottava alla grande con il francese che gli aveva portato i pesci……chissà se è disponibile. Detto, fatto……abbiamo il nuovo coordinatore per l’Italia dell’AFC: Fabrizio Reo, lanciato verso una brillante, e ricca di soddisfazioni, carriera internazionale !!!!!!
Per suggellare questa nuova collaborazione decidiamo di pranzare al congresso ……………. L’ultima volta che avevamo provato a Vichy, molto tempo fa, ci eravamo ripromessi: MAI PIU’. Cibo a parte, l’ambiente era minuscolo non si riusciva a stare tutti insieme, un gran casino e il cibo ….non era proprio andouilette…magari !!!. I tavoli sono sistemati di fianco alle vasche (15 euro il pranzo) dei bei tavoloni, modello festa paesana, prima tutti in fila ….come in mensa ..vassoio, posate, bicchiere, pane, e salade gourmande (salade melee, magret fumè, oeuf pochè ) sautè de boeuf bourguignon, gratin dauphinois, duo de fromage, delice normand,
Ci dobbiamo ricredere….tutto buono, insalata, sautè de boeuf bourguignon che è una specie di spezzatino di manzo con funghi cipolline e altre spezie …..buono. Tutti soddisfatti. Facciamo due chiacchiere con gli amici svizzeri ....un motivo della scarsa affluenza nei due giorni (soprattutto il sabato) secondo loro è dovuto anche al “costo di Parigi” che pare essere ... esoso.
Ovviamente al pranzo/cene ci sono sempre anche i relatori, ecco dove si sono bevuti il sangiovese.
 
Quest’anno i partecipanti al congresso (non ho capito come si faceva a dimostrare di essere “partecipanti”, credo bisognasse almeno partecipare a un pranzo/cena….. noi l’abbiamo fatto in modo del tutto disinteressato !!!!!!!!!) possono entrare alla bourse alle 13,45. Gli altri alle 14,00. Comunque ci danno il pass (una spilla con nome e numero socio). C’è un po’ di ressa (nulla a che vedere con il casino di Vichy o Nancy) ma tutto molto tranquillo. Ok, vado su in gradinata a fare qualche foto. Però un giro alla bourse lo faccio…..entro vado davanti alla vasca dei O. selenurus ….non c’è nessuno, e davanti alle altre sembra di essere in oratorio !!!!!!
Questa non è una bourse !!! dove sono le gomitate, spinte, le litigate …..che malinconia !!!!
Qualcosa succede, Marko arriva per primo su una vasca (non mi ricordo cosa gli interessava) il venditore gli dice che i pesci sono “riservati”, …………..due ore prima non lo erano…..e le vasche “riservate” sono a parte, ovviamente si inc…….. l’intervento di uno dei responsabili della bourse calma le acque, Marko prende i pesci.
Ripasso dai Selenurus, ok li prendo, ne pesca due …….ci ripenso ….lascio perdere….mai successo.
Gironzolo con Enzo (che intanto ha preso 6 piccole Cyphotilapia frontosa non mi ricordo la varietà). Ci sono dei Tropheus kaiser, e dei red rainbow, 6/7 cm….invenduti, prezzo elevato ??? se non ricordo male 15 euro cad…… mica tanto bourse, che dite ????.
I Tropheus ujiji, tutti venduti….non ricordo il prezzo ….e cmq sono un po’ meno comuni. Per i Selenurus sarà per la prossima volta…..quando ho deciso cosa farò da grande, Petrochromis ??? malawi ??? mbuna ?? non-mbuna ??? e i Geophagus ???
 
OK la festa sta finendo, gli amici se ne vanno. Marko e Katarina vanno (i pesci di Marko li prende Enzo) il loro aereo parte prima (partirebbe …..cancellato..che s…. arriveranno a casa a notte fonda). Enzo e Laura partono …..sono in macchina rientrano con “calma” …..insomma, hanno comunque dei pesci.
Il nostro aereo è più tardi, andiamo lo stesso, salutiamo e si parte. Diamo un passaggio a Fabrizio…ops…al COORDINATORE NAZIONALE AFC alla stazione di Palaiseau (a pochi km dal congresso, direzione Parigi).
 
E’ finita anche questa. Voto al congresso (relatori a parte) 7, però è stato il congresso più “strano” a cui ho partecipato, sicuramente quello con meno partecipazione, poca gente, poche vasche, pochi pesci, insomma un’atmosfera “mesta” (almeno per me).
 
Le prossime date :
2010 Vichy……il ritorno …finalmente …..ci sono affezionato, non me ne vogliano gli altri
2011 Marsiglia ….è più vicina di Vichy
2012 Nancy … Gewurztraminer !!!!!!!!!!!!!!!!!!!1
2013 Parigi ….credo sempre al Gran Dome
Avete tempo per programmare.
 
Questi i pesci annotati: non tutti, ovviamente, ma quelli che mi pareva (simpatico vero ??)
 
Pelvicachromis taeniatus moliwe, Guianacara owroewefi, Thorichtys socolofi, meeki misol ha, Satanoperca leucosticta, Geophagus Altifrons Rio Branco, curua, tapajos, Geophagus megasema rio s.martin Bolivia, Steatocranus tinanti, bleheri; Gymnogeophagus meridionalis, labiatus, apistogramma bitaeniata paracuuba, nysseni, macnasteri, bujurquina megalospilus, netroplus panamensis, rhamphochromis ferox yellow, c. tuyerensis, h. carpintis, vieja coatzacoalcos, argentea, maculicauda, chuco godmani, petenia splendida, nanochromis parilus, pelvicachromis humilis, Geophagus dicrozoster, copadichromis caeruleus, labidochromis perlmutt, mbamba bay, hongi, mylochromis Silver torpedo senga bay, hemichromis guttatus, copadichromis azureus, namalenje, Cryptoheros nanoluteus, Astatheros macracanthus, Cyathopharynx furcifer sibwesa, Melanochromis cyaneorhabdos, caprichromis orthognathus, ophthalmotilapia e petrochromis….non ricordo la varietà, Julidochromis regani kipili, Paracyprichromis nigripinnis, Cynotilapia hara gallireya reef, tante aulonocara e mbuna, otopharynx lithobates, nimbochromis livingstoni linni, Thorichthys aureus