Fino a Torino tutto ok, poco prima del traforo del Frejus decidiamo di fermarci (non avevamo neanche cenato !!!!). Sosta breve, 15 minuti il tempo di una pizzetta e una pasta… ma fatali.

Arriviamo al traforo (23,45 circa …), sorpresa: causa lavori il traffico è a senso alternato ….in che senso ??? un’ora e mezza dall’Italia alla Francia e una altra ora e mezza dalla Francia all’Italia…..indovinate a che ora hanno chiuso dall’Italia ???? ….23,44.

Che rimane da fare ? piazzale deserto (se non per un addetto dell’autostrada che mi fornisce le indicazioni), temperatura sui 8/9 gradi …………semplice… come ogni bravo camionista, mi metto a dormire (la Sandra a leggere …boh..).

Non tutti i mali vengono per nuocere quella oretta abbondante di sonno mi permette di arrivare a Vichy al 5,30 di mattina ……………fresco come una rosa…se ci credete…

Si possono perdere le conferenze ??? anche se sei andato a letto alle 5,30 dopo solo 815 km di strada ??????????? NO !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Programma conferenze

Sabato ore 10,00 Anton Lamboj “Biotopi e ciclidi del Sud-Ovest dell’Uruguay”

Ore 14,00 Uwe Werner “Ricordi di 35 anni di viaggi nel Nuovo Mondo”

Domenica ore 10,30 Uwe Werner “Camerun e la sua ricchezza di ciclidi”

Puntiamo la sveglia alle 8.30 …..suona e la mandiamo a c…….. in un attimo (fatale) ci svegliamo, non so come, alle 9.30…………..non possiamo rinunciare alla colazione (ovviamente solita “patisserie”….le tradizioni…. dure a morire……), anche perché lo stato è ancora “comatoso”…ci manca solo di russare alla conferenza. Arriviamo tardi e ne perdiamo gran parte, peccato ma di più non ci è possibile.

Cosa insolita: Vichy ci accoglie con un sole splendido e una temperatura meravigliosa …anzi forse un po’ troppo caldo ……..ancora meglio del 2007 …..i primi segnali che qualcosa non va….

Arriviamo al “Centre Omnisports”……quante poche auto parcheggiate !!! boh….. la prima conferenza è già iniziata.

Entriamo, dove solitamente ci sono i banchetti di chi vende attrezzatura, libri, mangimi, quello dell’AFC (per rinnovare l’abbonamento e prendere L’AN CICHLIDE’ n. 10) non c’è nulla …il vuoto assoluto. Saliamo al primo piano, alla conferenza poca gente…..

Cosa c…. succede ???

Guardiamo quel che resta della conferenza (notiamo Marko….attentissimo !). All’uscita incontriamo Denis che mi accoglie con faccia funerea e con un “Non c’è niente….poche vasche ”….

Non ci credo …non voglio crederci…anche Vichy crolla …..l’anno scorso a Parigi non era un caso….

Andiamo alla bourse. Quello che temevo, Denis ha ragione !!!! Ci sono un 1/3 delle vasche (rispetto al 2007) per riempire l’enorme sala hanno spostato, dove solitamente ci sono le vasche, i banchetti dei commercianti ……metà fila di vasche è dedicata a una serra che vende piante d’acquario, c’è anche poca gente…….stiamo scherzando ???? ok lo scherzo è bello quando è breve….fuori le vasche e la gente …...anche solo curiosi………. insomma qualcuno………… date un segno di vita !!!!!!!!!!!!!!!!

Cado in una profonda crisi depressiva …………..e no !!!!! anche Vichy, una gita, una occasione, un weekend, che mi piace come poche altre cose ………….vaccaboia…..!!!!

I segnali erano evidenti anche l’anno scorso a Parigi. Per quella occasione avevo scritto: c’è veramente poca gente !!!!!! la crisi ha colpito anche l’AFC ?????

Forse la concomitanza con il congresso dell’associazione tedesca ??? (DCG)

Boh….aria grama se non smuovono neanche Ad Konings, Heinz Büscher, Patrick de Rham

E’ così, la crisi ha colpito anche l’AFC, c’è stato qualcosa anche nel direttivo, Sevà ha salutato la compagnia (e credo anche qualcun altro del direttivo) ma è presente con i suoi pesci (i più belli e particolari insieme a quelli di Werner……strano ehh ??)

Anche gli associati sono in calo. Dico la mia, e so che non sono tutti d’accordo: molta colpa di internet e sicuramente anche della crisi economica. Anche al congresso di quest’anno le facce sono sempre quelle …..e tutte “stagionate”, facce nuove e giovani poche …..anzi tra quelle poche, sabato arrivano insieme a Fabrizio, Alessandro, Valerio e Erica da Roma (con un viaggetto a tappe non da ridere: Roma, Reggio Emilia, Milano Vichy….se non è passione …è patologico !!, Erica, inoltre, non sa che rischia di tornare in treno…..molto più di Simona)

Domanda: perché bisogna associarsi ?? (AFC o AIC o qualcos’altro …)

Le informazioni corrono in rete…..incontrarsi ?? vabbè si va a mangiare una pizza ogni tanto….

Non è come una volta (e sì sono vecchio) che a disposizione di un clic e senza spostare il c… non c’era una cippa !!!!! volevi sapere qualcosa ??? cercavi qualcuno magari più esperto e come ??? c’è un gruppo di sfigati che condivide la tua passione …ottimo…..proviamo a vedere cosa fanno…..

Molti di quelli che frequento ancora oggi li ho conosciuti attraverso una persona (Daniela) che si è presa la briga, molti anni fa, di raccogliere i nominativi e mettere in contatto tutti gli “ammalati” zona per zona (magari era il vicino di casa …..).

Ora è del tutto inutile….

Pessimista ??? forse, comunque un pessimista è un ottimista esperto !!!!!

Conferenza di Uwe Werner: più che pesci, il racconto di una vita….avventurosa, interessante, spettacolare……che invidia !!!!. Nonostante la stanchezza…..non perdiamo una foto !!!

Ok raccogliamo le forze, arriva anche il Presidente e la First Lady. Ci siamo tutti !!! dove si va a cena ???

Io ho provato a prenotare dall’Italia il solito ristorante dove fanno un magret de canard eccezionale ………….chiuso per ferie/lavori ……quando deve andare storta ci va, …c…..!!!!!!!

Andiamo in centro a Vichy….qualcosa troveremo. Probabilmente in Francia o forse solo a Vichy, non usa andare a cena più di due (romantici !!!!!) noi siamo 8 …non c’è speranza !!! (Fabrizio, Alessandro, Valerio e Erica si fermano alla cena dell’AFC …il ruolo di Fabrizio lo impone ….pare che si sia esibito in una performance canora di livello assoluto……è ancora vivo, non lo hanno linciato !!!)

Troviamo un ristorante molto poco “tipico”, grande, con annesso casinò !!!! Denis pensa già di investire qualche euro. Senza infamia e senza lode ……..almeno ci prendono anche se siamo l’incredibile numero di otto !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Commentiamo il calo dell’AFC, per il Presidente è la crisi, per me solo in parte……..

Domenica mattina, sveglia presto per una colazione principesca (senza fretta, la conferenza è alle 10,30), ovviamente solito posto….

Prima dell’inizio della conferenza (che chiude anche la visita alla bourse che aprirà alle 13.45 per i soci AFC e alle 14.45 per il pubblico) un giretto alla bourse le poche (sic !!!!) vasche sono piene.

A me quest’idea che alla bourse prima entrano i soci e poi gli altri piace molto ….si può importare ???? che dite ??

Si apra la discussione…………

Quest’anno, a differenze delle altre volte, non ho segnato neanche un nome. Vi basti sapere che c’era qualcosa del Malawi poco o nulla del Tanganica, abbastanza del centro e sud America (Sevà) e anche qualcosa del Vittoria (8/9 specie tutte della stessa persona)

Conferenza di Uwe Werner: un filmato sui suoi viaggi in Camerun (e anche paesi limitrofi), quando si dice un’Africa non banale (se c’è) ma quella è veramente estrema …si possono dire le stesse cose della precedente …..che invidia !!

E a pranzo che si fa ?? si rispetta la tradizione (Mc Donald) ???? Noooooo, il Presidente propone di aggregarci al pranzo dell’AFC in segno di “amicizia e fratellanza”…..ok, l’anno scorso a Parigi abbiamo mangiato bene.

Molti anni fa il pranzo sociale era un po’ un casino. I locali erano piccoli (o forse c’era molta più gente) e si mangiava veramente male. Quest’anno il Centre Omnisports è stato rinnovato, la mensa è bella, i locali spaziosi, abbiamo anche mangiato bene (antipasto, agnello o arrosto di maiale, contorno, frutta, dolce, vino )….nulla da dire ……anzi molti complimenti all’organizzazione …noi abbiamo prenotato alle 10 di domenica mattina e non hanno detto nulla.

Alla bourse, come ho già detto, quest’anno i soci AFC entrano alle 13.45 tutti gli altri un’ora dopo (non che i controlli fossero svizzeri-tedeschi, bisognava avere il tagliando presente nel programma del congresso, infatti Sandra è entrata con me)

Non mi interessa prendere pesci ma vado comunque all’apertura. Denis è ovviamente in fila insieme all’ignara Simona che ha un elenco di pesci da prendere…….. Visto che non c’è nulla……………

Dimenticavo, quel romanticone di Denis gli ha regalato un mini-acquario (un cubo di 15 litri) comprato proprio a Vichy.

Poca gente davanti (ri-sic !!!!) che tristezza…..si aprono le porte …Via !!!!!!!

Sono tentato dai Thorichthys di Sevà (ha 3 varietà: Socolofi, sp. Rio Jaltepec e sp. rio Malatengo). Ci sono anche dei Benitochromis (nigrodorsalis e riomuniensis) anche questi mi tentano ma non credo che siano adatti ad una vasca di piante. Davanti alle sue vasche c’è un gran casino. Ok vado a vedere le vasche di Werner, ha dei bei Pelvicachromis, peggio che da Sevà…..vabbè ripasso. Scatto qualche foto.

Denis è in trance agonistica e trova da litigare. Simona è arrivata prima ma il venditore gli ha detto che i pesci erano già venduti……….molto scorretto!!! (tutto il mondo è paese). Non preoccupatevi, Denis non rimarrà senza pesci.

Ripasso da Sevà e Werner la ressa è calata (anche i pesci). I Pelvicachromis sono finiti, di Thorichthys ce ne sono ancora (ne ha quantità industriali).

Ok, riprovo con i Thorichthys (anni fa presi degli Ellioti sempre a Vichy, credo che i loro nipoti o pronipoti nuotino ancora in qualche acquario italiano, a Faenza ne avevo portati un casino). Prendo 7/8 Socolofi (saranno 3 cm 2,5 euro cad.).

Prendo anche un paio di piante……rob da matt. Mentre gironzolo per vedere cosa è rimasto mi telefona Giorgio ……che pesci ci sono ??? gli racconto la situazione e quello che ho preso io……..belli i Thorichthys prendimene qualcuno anche per me ….

Torno da Sevà i solocolfi sono finiti ……vada per 7/8 sp. Rio Jaltepec poi con Giorgio mi metto d’accordo.

Sistemo i pesci nei barattoli (dovranno fare un lungo viaggio e il soggiorno a Lione). I sp. Rio Jaltepec li lascio in un sacchetto molto grande con l’ossigeno.

Da Denis prendo una coppia di Pelvicachromis Transvestitus…..ne ha prese 2 coppie da Werner….non si sa mai.

Mi guardo la fine della bourse io e Sandra non abbiamo fretta, il ritorno sarà molto più soft. Il 4 ottobre (lunedì) a Bologna è festa (San Petronio). Il programma prevede ritorno nel pomeriggio a Lione, con pernottamento e cena. Lunedì turismo e poi con calma rientro a Bologna.

Denis è pieno di scatoli (ma non c’era nulla ????),Simona ha la certezza di frequentare un “malato” ma tutto sommato riesce a evitare il ritorno in treno (un passaggio fino a Bologna glielo avremmo dato !!!) l’X5 è un’auto molto spaziosa.

Iniziano i saluti, Denis e Simona si aggregano alla gita lionese. Gli altri partono, il presidente non ha preso nulla….tanto mercoledì parte per un tour franco-tedesco da paura.

Salutiamo anche Alessandro, Fabrizio, Valerio e Erica che nel parcheggio sfidano le leggi della fisica per far entrare tutto, Erica compresa, che rischia molto ma molto un rientro in treno (forse più comodo, visto come è messa l’auto).

Partiamo anche noi per Lione. Un po’ di traffico ma nulla di particolare. Ottima cena in compagnia di Denis e Simona poi a nanna. Alla mattina colazione in centro a Lione e poi a fare i turisti. Denis e Simona partono presto ( i pesci…. non si sa mai …..). Noi pranziamo e partiamo. I pesci sono arrivati tutti sani.

Che dire ??? è veramente crisi, dell’associazionismo (mia opinione). Non credo sia un problema dell’AFC, lo è anche per quella tedesca, per la nostra……. speriamo bene.

Il prossimo anno è ancora a Vichy.