NOTA! Questo sito utilizza i cookie tecnici.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Congresso 2014

 

 

XXII Congresso Nazionale AIC

Certosa di Pisa

20-21 settembre 2014

pisa2

 

 

 

locandina-pisa-2014
 

Scarica la locandina del Congresso 2014 in pdf

Anche quest'anno per partecipare alla Cena Sociale AIC (Cena a cui può partecipare liberamente chiunque voglia passare una bella serata con noi) è indispensabile prenotare entro giovedì 18 settembre 2014.

 

La cena sarà presso il ristorante "Pozzo di San Vito" a circa 500 metri dalla Certosa (http://www.pozzodisanvito.it/).

Il prezzo della cena sarà di 25 euro a persona.

 

 Menù

Antipasti

     Salmone marinato al basilico

     Sformatino di verdure con vellutata di gamberi

Primi piatti

     Farfalle al filetto di orata e zucchine

     Penne al granchio

Secondi piatti

     Frittura di totanini e scampetti

     Patatine fritte

Dolce

Vino (una bottiglia ogni 4 persone), caffé e minerale

 

E' indispensabile la registrazione attraverso il seguente form entro giovedì 18 settembre.

NB: a coloro che non prenoteranno non sarà assicurato il posto a tavola.

 

 

XXII Congresso Nazionale AIC

Certosa di Pisa
20-21 settembre 2014

 

Istruzioni per arrivare alla Certosa di Calci dalle uscite dell’ autostrada

1) Dall’ uscita Pisa Nord:

Si gira verso sinistra per Pisa.

Arrivati a Migliarino (3 Km dopo) si incontra un semaforo. Si gira a sinistra verso il centro del paese e si continua sulla strada principale.

Dopo pochi chilometri si arriva a Nodica e si prosegue sulla strada principale.

Due chilometri dopo si arriva a Vecchiano e si prosegue sulla strada principale. All’uscita di Vecchiano la strada principale gira a destra verso il ponte sul Serchio.

Si passa il Serchio e ci si trova a Pontasserchio. Centro metri dopo il ponte si incontra una rotonda e si va a dritto.

Dopo due chilometri si incontra il paese di Pappiana e un semaforo. Si va a dritto. Si passa il paese di Orzignano e dopo circa tre chilometri si incontra un passaggio a livello.

Si passa e si va a dritto.

Siamo a San Giuliano Terme. si prosegue e dopo circa 200 metri si incontra un incrocio (in genere con semaforo lampeggiante o spento) con la strada Lucca-Pisa. Appena prima dell’incrocio, sulla destra, si incontra l’Hotel Granduca con ampio parcheggio nel quale potete alloggiare.

Attraversando l’incrocio (e un ponticello) ci si trova sulla stada lungomonte che porta fino a Calci.

2) Dall’uscita Lucca:

Si seguono le indicazioni per Pisa. Ci si trova su una strada che comincia a salire sul complesso di colline che si chiama “Monte Pisano”. Si attraversa (dopo circa 10 Km) una galleria, detta il “foro”, e si scende verso Pisa. Alla fine della discesa ci si trova a San Giuliano Terme. Si vede un distributore sulla sinistra e, dopo 50 metri, un incrocio.

Andando a dritto si va a Pisa. Girando a destra si entra in San Giuliano, e dopo pochi metri si incontra l’Hotel Granduca. Andando a sinistra si attraversa un ponticello e ci si trova sulla stada lungomonte che porta fino a Calci.

3) Dall’uscita Pisa Centro:

Si esce, attraverso un raccordo lungo un paio di chilometri, sulla statale Aurelia (attenzione a non proseguire sul raccordo verso l’aeroporto). Si gira a sinistra, verso Pisa e si percorre l’Aurelia, che costeggia Pisa (incontrando, mi sembra, 5 semafori) fino ad un cavalcavia. Scesi dal cavalcavia si vede sulla destra l’Hotel California e dopo pochi metri un semaforo. Si gira a destra e si percorre tutta la strada, via delle Palanche, fino ad arrivare ad un segnale di stop.

Allo stop si gira a sinistra e si percorre tutta la strada (circa 7 Km) fino ad arrivare a Pontasserchio.

Andando sempre a dritto, dentro il paese, si arriva ad una rotonda (quella del punto 1)). Si gira a destra.

Dopo due chilometri si incontra il paese di Pappiana e un semaforo. Si va a dritto. Si passa il paese di Orzignano e dopo circa tre chilometri si incontra un passaggio a livello.

Si passa, si incontra un segnale di stop e si va a dritto.

Siamo a San Giuliano Terme. si prosegue e dopo circa 200 metri si incontra un incrocio (in genere con semaforo lampeggiante o spento) con la strada Lucca-Pisa. Appena prima dell’incrocio, sulla destra, si incontra l’Hotel Granduca con ampio parcheggio nel quale potete alloggiare.

Attraversando l’incrocio (e un ponticello) ci si trova sulla stada lungomonte che porta fino a Calci.

4) Da San Guiliano alla Certosa di Calci:

Una volta presa la strada lungo monte la si percorre per una decina di chilometri incontrando nell’ordine Asciano, Agnano e La Gabella. DopoLa Gabella, un rettilineo termina con una piccola salita alla fine del quale c’e’ un’ incrocio. La strada principale prosegue a destra, mentre per raggiungere la Certosa si gira a sinistra.

Siamo a Calci.

 


Visualizzazione della mappa

 

XXII Congresso Nazionale AIC

Certosa di Pisa

20-21 settembre 2014

 

Pernottamenti

 

Convenzioni:

Hotel California http://www.parkhotelcalifornia.it/

singola 59 euro al giorno

doppia 69 euro al giorno

comprensivi di prima colazione, parchrggio e internet

 

Hotel Victoria (sul lungarno) http://www.royalvictoria.it/

singola 72 euro al giorno

doppia 93 euro al giorno

 

 

Altre sistesmazioni

Il numero dell'ufficio Turistico di Calci è 050 2212970 e risponde ai seguenti orari:

dal lunedì al venerdì: 9:00-16:45
sabato, domenica e festivi: 10:00-18:45

Nella zona di Calci ci sono numerosissimi bed and brekfast, qui sotto i siti di riferimento

http://www.bed-and-breakfast.it/bed_and_breakfast_Pisa.cfm

sotto le localita': Calci, Rigoli/San Giuliano, San Giuliano.

Mentre per gli alberghi il link è

http://www.pisaonline.it/pisa/

Patrick Tawil

Biografia:tawil

Fin dall'età di dieci anni, Patrick Tawil è un appassionato di zoologia, in particolare di evoluzione e classificazione degli invertebrati. All'età di 13 anni, Patrick trasformò un appartamento vuoto, in una sorta di arca di Noè con molti tipi di uccelli e roditori, senza che i vicini ne fossero a conoscenza. Quando le sue attività "clandestine" furono scoperte nove mesi più tardi, ha dovuto limitare il suo hobby ai soli pesci d'acquario. La prima vasca di Patrick fu un grande contenitore di plastica con poche decine di litri di volume che inizialmente serviva per una pubblicità di compresse effervescenti. L'ospite principale di questa "aquabubble" era un Thorichthys meeki, e come compagno di vasca un tritone.

Una volta in Francia, il suo interesse si è concentrato sui ciclidi in quanto di facile mantenimento della loro facile cura, in particolare sui loro adattamenti ecologici e sulle sorprendenti fasi evolutive degli stessi. I ciclidi del lago Tanganika, con le loro numerosi varietà, sono diventati i suoi preferiti seguiti da quelli dal Lago Malawi.

Patrick ha acquisito una conoscenza pratica su come allevarli con successo, e sul comportamento della maggior parte di questi ciclidi di entrambi i laghi, ma anche di altri generi africani. Più tardi, ha tradotto molti libri di acquariofilia per le edizioni Tetra e ha contribuito a periodici d’acquariofilia francesi. Un membro della AFC (associazione ciclidofila francese) sin dalla sua fondazione, ha redatto regolarmente il suo bollettino mensile del quale è stato editore per diversi anni.
Patrick è attualmente molto coinvolto nella Associazione ciclidofila francese, soprattutto come editore delle sue pubblicazioni, in particolare del libro annuale "L'An Cichlidé", pubblicato ogni anno a partire dagli anni 2000.


 

 

logo tetra logo sera aqua -logo logo_prodac_home      
SHG JBL logo aquaristica logo iemmi